SE SONO A DIETA POSSO MANGIARE IL SUSHI?

In un regime alimentare sano ed equilibrato il sushi può essere inserito 1 massimo 2 volte a settimana.

Il sushi è una pietanza tipica giapponese che da anni ha conquistato il mondo con la sua varietà e le sue presentazioni scenografiche, anche se resta uno di quei piatti che si ama o si odia, e che non dà scampo a vie di mezzo.

🔎I tipi di sushi sono tanti, tra i più conosciuti troviamo:

1️⃣Uramaki, un rotolino di riso con alga all’interno e riso all’esterno;

2️⃣Nigiri, composto da una polpettina di riso ovale con sopra una fettina di pesce fresco crudo oppure di gamberi, e

3️⃣Hosomaki, sushi arrotolato formato da mezza foglia di alga nori ripiena di riso e con all’interno un pezzo di pesce oppure verdure.

🗝Quando prodotto a partire da pesce di alta qualità (diffidate dalle formule “all you can eat, di molti ristoranti di bassa qualità) si può considerare un piatto unico salutare: contiene tanti preziosi nutrienti, tra cui i grassi “buoni” essenziali, i preziosi Omega 3 e gli Omega 6, alleati della buona circolazione

➡️Ma le CALORIE??Ecco diciamo che non è proprio un pasto ipocalorico… 1 pezzo di California roll contiene 33kcal, quindi una porzione da 8 pezzi fornisce l’equivalente di 80g pasta integrale conditi con un sugo di verdure. A parità di kcal avremo però nel sushi un minore apporto di fibra ma un maggior quantitativo di proteine.

🟢Quindi il SUSHI può essere consumato anche se si è a dieta purché si faccia attenzione alle quantità e alle pietanze con cui si abbina a tavola. Spesso infatti si commette l’errore di condirlo con salse – molto caloriche e ricche di grassi potenzialmente dannosi per la linea e per la salute – che invece sarebbe meglio evitare, come la maionese.

Molto meglio abbinare il sushi ad una insalata mista condita con olio extra vergine d’oliva.

    Leave Your Comment Here