I batteri lattici e lo yogurt

Il Lactobacillus Bulgaricus e lo Streptococcus Termophilus sono i batteri utilizzati per fermentare il latte e ottenere lo yogurt.

Queste specie appartengono a specie di batteri lattici termofili e sensibili alla bile e all’acidità gastrica, non in grado di sopravvivere nell’intestino umano.

➡️NON SONO quindi PROBIOTICI IN SENSO STRETTO poichè non hanno la capacità di colonizzare direttamente il nostro tratto intestinale come invece accade per i batteri vivi e vitali che vengono assunti come fermenti nelle cure gastrointestinali.

🔎Tuttavia, moltissimi studi scientifici hanno valutato la vitalità di questi batteri attraverso il tratto digerente poichè la loro presenza può fornire alcuni effetti benefici alla salute del consumatore.

🟢In particolare è stato osservato che la riduzione dei sintomi causati dalla cattiva digestione del lattosio non è l’unico beneficio fornito dalle colture starter dello yogurt, poiché ad esso si aggiunge il fatto che la fermentazione acida operata dai batteri porta alla formazione di acido lattico e altri metaboliti che contrastano la colonizzazione da parte di batteri patogeni e, inoltre, favoriscono una corretta funzionalità gastrointestinale.

🗝LO YOGURT QUINDI ANCHE SE NON È UNA FONTE DIRETTA DI PROBIOTICI, presenta innumerevoli vantaggi per la SALUTE del nostro intestino e resta una fonte privilegiata di proteine, di calcio e di fosforo che, rispetto al latte e grazie all’ambiente acido, risultano maggiormente disponibili e più facilmente assorbibili dal nostro organismo.

    Leave Your Comment Here